HOME       CHI SIAMO       DOMANDE E RISPOSTE       CONTATTACI       PSICOLOGIA       LE SEDI       e-mail


   
   
IPNOSI E PSICOLOGIA

   IPNOSI REGRESSIVA

   IPNOSI

   REGRESSIONI
  
libro

   SEMINARI

   CORSI DI IPNOSI

   LE SEDI

INCONTRO INFORMATIVO  
    INDIVIDUALE E GRATUITO
    SOLO TELEFONANDO AL

  
339 8373907
( cell. Tim )
   e-mail info@ipnosiweb.it

   Articoli redazionali
             
di
    Psicologia


 
     

       

 I Disturbi della Mente che Influiscono sul Corpo


E' più frequente di quello che si può pensare che sentimenti, esperienze emotive ed emozioni negative possano influenzarci fisicamente con disturbi di natura psicosomatica.

Il pensiero assillante sulle difficoltà di comportamenti automatici come ad esempio il deglutire o il respirare, potrebbe dar luogo a sua volta alla sensazione di accorgersi ed avere l'impressione di non deglutire o respirare liberamente e in maniera semplice ed automatica.

Naturalmente la principale condizione affinché il disturbo possa classificarsi di natura ansiosa e/o psicosomatica è che il paziente si accorga che il disturbo alla gola e la preoccupazione persistono nonostante che si siano effettuati tutti gli accertamenti  (indagini endoscopiche, ecografie, analisi cliniche, radiografie, elettrocardiogrammi ecc.. ) e nonostante abbia ricevuto più volte rassicurazioni da parte di un medico che escludono il problema fisico.

Anche nei disturbi della mente che influiscono sul corpo la linea di confine tra normalità e anormalità dipende da più fattori: intensità e durata dei sintomi e quantità di angoscia ad essi correlata.
Questi disturbi possono essere la " punta di un iceberg" di problemi sottostanti di ansia, di depressione o di adattamento affrontabili mediante psicoterapia ipnotica.

difficoltà nel deglutire

Consiste nel percepire la sensazione di una difficoltà nel deglutire; il paziente sovente riferisce di percepire " un fastidio o un nodo" alla gola e di non riuscire nè a mandarlo 
giù nè a farlo venire sù. Questa sintomatologia viene a creare nel soggetto, oltre alla sensazione fastidiosa, ansia disagio sofferenza e preoccupazione che il sintomo possa rafforzarsi e perdurare nel tempo.
Anche in questo caso si può parlare di probabile disturbo psicosomatico se il sintomo non viene giustificato e accertato dal medico come conseguenza di una causa di alterazione anatomica funzionale patologica mediante opportune analisi e visite.
Purtroppo, secondo il paziente, ansia e angoscia non vengono subito percepiti e riferiti come probabili cause alla fonte del problema ma vengono considerate lo stato d'animo a valle conseguente al problema stesso.
Diviene cosi un aneddoto tanto paradossale quanto inutile per il paziente cercare l'origine del problema su base anatomica o fisiologica.
A volte ma non necessariamente la difficoltà nel deglutire la troviamo associata ad attacchi di panico e crisi d'ansia generalizzate.

                                  RISCHI E COMPLICAZIONI

L' ansia somatizzata, oltre che amplificare gli stati ansiosi può contribuire ad aumentare effettivamente alcuni parametri medici e ad  espone il paziente psicopatologico al rischio di :
- abusare ne l'assunzione di medicinali che il medico può aver prescritto correttamente  per un limitato periodo di tempo, ma che il paziente  trasforma in un perenne rimedio 
non rimedio e in assuefazione
- al rischio di ripetute procedure diagnostiche ( gastroscopie, indagini 
  endoscopiche, ecc...
- ad ansiosi ricoveri in ospedali ( che poi risultano essere immotivati)
  al rischio di chiedere insistentemente di essere sottoposto ad intervento chirurgico per eliminare un sintomo che invece potrebbe essere principalmente di natura psicologica

TIMORI DI INFARTO e/o difficoltà respiratorie

I soggetti affetti da questa malattia psicosomatica quando percepiscono delle sensazioni di emotive alterazioni funzionali cardiache o di altri organi del loro corpo, sviluppano un'ansia e un'angoscia esagerate se rapportate all'entità dei sintomi e delle rassicurazioni mediche percepite. L'ansia e l'angoscia prendono di mira le funzioni corporee automatiche ( battito cardiaco, sudorazione, digestione, respirazione ecc ) costringendole a stare molto attenti nel controllare "dolori, fitte e quant'altro" al punto tale da vivere costantemente un'ansia anticipatoria come se fossero effettivamente candidati all'infarto, all'aids, al soffocamento graduale o ad altre importanti malattie; ripetute risposte tranquillizzanti di analisi e test clinici a carattere medico non riescono a sedare le loro ansie, le loro angosce e a convincerli che stanno bene.

                   
difetto fisico - vincolante - SOMATOFORME

 

E' la percezione di una" sconfitta sociale e lavorativa " che affligge individui dall'aspetto apparentemente normale ma che sono molto preoccupati per uno o più
difetti fisici che, a loro dire, altri notano e fanno finta di non notare.
La preoccupazione e la vergogna del " difetto" possono dannegggiare il lavoro o i rapporti sociali creando sofferenza, ansia e angoscie talora anche intense. Talora il dimorfismo si associa all'eritrofobia ( paura di diventare rossi ) aggravando ulteriolmente il problema.
Queste persone provano sofferenza per  la forma o per le insolite dimensioni di una o più parti del loro corpo, solitamente appartenete alla testa: orecchie,occhi, naso, bocca, capelli, percependola brutta, ridicola e impresentabile in pubblico, al punto tale da " giustificare" un accentuato isolamento sociale e una marcata sofferenza ".
Alcune volte possono essere prese di mira anche altre parti del corpo.